ORISSA
partner: S.N.E.H.
PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DI UN RIFUGIO ANTI-CICLONE A FAVORE DEGLI ABITANTI DI ORISSA - INDIA -
SITUAZIONE GENERALE
ORISSA è uno Stato dell’Unione Indiana, colpito il 29 Ottobre ’99 da un ciclone che è stato un evento straordinario, diverso dai tanti altri che periodicamente si abbattono sulla Baia del Bengala. Questo ciclone è stato tremendo, ed i morti sono stati più di 100 mila; i 13 villaggi più vicini alla costa sono stati completamente cancellati. Nel villaggio di JUNAGARY, il più devastato perché vi è passato l’epicentro del ciclone, le onde erano alte 6 metri. La scuola di mattoni è stata completamente distrutta; su 160 bambini che frequentavano la scuola, 53 sono morti;accanto alle sue rovine, è stata innalzata una struttura di bambù dove i bambini seguono le lezioni seduti nella polvere.
A KANJIAkAN, un altro villaggio a 5 Km. circa dal mare, anche se le persone hanno perso le case di fango e di bambù in cui vivevano, i 240 abitanti si sono salvati quasi tutti perché l’unica casa di cemento non è crollata e li ha ospitati durante i giorni del ciclone.
Barakolianta è un altro dei 13 villaggi dove Subarna lavora ed è stato il meno colpito soprattutto perché il capo villaggio aveva una casa in muratura molto stabile che ospitò per 46 ore 190 persone. Ufficialmente i morti furono 15.000, senza contare tutti quelli non registrati all’ anagrafe.




ESPOSIZIONE DEI PROGETTI

Dopo poco più di un anno di distanza dal superciclone che si è abbattuto su queste terre portando distruzione e disperazione, la gente ha ricominciato a vivere soprattutto grazie alle attività dello SNEH (Society for Nature Education and Healt), partner del luogo dell’Associazione Mondo Amico, la cui responsabile è la Signora SUBARNA GOSH.
L’AMA ha iniziato a supportare dal Gennaio del 2000 le attività organizzate dallo SNEH, che si occupa di educazione dei bambini e di assistenza delle fasce più povere della popolazione nel territorio di Calcutta ed in alcuni villaggi dell’Orissa.
Gli aiuti inviati dall’AMA, sono stati impiegati finora in tre progetti: l’educazione scolastica per circa 500 bambini; la gestione di un piccolo dispensario medico; un pasto quotidiano per i circa 110 bambini della scuola del villaggio di JUNAGARY.
Inoltre è stata realizzata la costruzione di un grosso rifugio anti-ciclone in cemento (con spazio per stalle, deposito di derrate alimentari e cucine), che in tempi ”normali” funge anche da ospedale, da scuola per 400 bambini, da mensa, da biblioteca e da teatro. l’AMA ha anche finanziato la ricostruzione di alcuni villaggi e la riforestazione di tutta la zona, piantando 500 palme da cocco.
Gli abitanti del villaggio così non saranno più impotenti di fronte alla furia degli elementi naturali e potranno mettersi al sicuro, usufruendo di una struttura organizzata.
E’ stato finanziato inoltre dall’ AMA l’unico centro nel giro di 18 km.,l’Health Center, un piccolo ambulatorio gestito da un medico e un farmacista che ogni giorno fanno visite.